Leggi integralmente su Mangialibri.

Il romanzo di Claudia Petrucci (vero burattinaio della storia), bellissimo, prende spunto da schemi classici della letteratura contemporanea per aprirsi poi su spazi inattesi. Il tema della manipolazione e della riprogrammazione umana, così caro ad una certa letteratura ben diversa da quella che si respira in questo romanzo, viene affrontato con estrema eleganza e si mescola con maestria al tema millenario del rapporto tra persona e personaggio, tra vita e palcoscenico, tra realtà e finzione, tra illusione e libertà.