Leggi integralmente su Satisfiction.

Ma il tema più importante è quello della follia che permea tutto il romanzo e in certi passaggi trasporta il lettore in una dimensione fluida dove i confini si perdono e dove è facile chiedersi dove si nasconda la verità. Quell’unica verità che si vorrebbe conoscere è troppo brutta spesso perché possa guardarsi dritta in faccia e allora si devono trovare versioni più fantasiose che consentano di vivere sereni forse, oppure, come direbbe Mauro, il maestro di teatro di Giorgia: “quello che tutti facciamo è diverso dall’essere sinceri, è selezionare le verità accettabili”.
Un romanzo d’esordio potente, intenso e autentico, che con una scrittura travolgente affronta temi complessi con rispetto e profondità.